Ricerca nel sito

Collegamenti sponsorizzati
Collegamenti sponsorizzati
Collegamenti sponsorizzati

Aprire negozio di parrucchiere

Come aprire un negozio di parrucchiere

Articolo aggiornato il 12-01-2013

Considerata l'importanza attribuita alla cura della persona nella nostra società, aprire un negozio di parrucchiere può sempre essere un buon investimento, indipendentemente dalle condizioni del mercato. Quella che segue è una piccola guida con indicazioni utili sul percorso da seguire per avviare un'attività come acconciatore e barbiere, dalle informazioni sui requisiti richiesti, i documenti da presentare, le certificazioni richieste e le soluzioni disponibili.
 

collegamenti sponsorizzati
Come aprire un negozio di parrucchiere

Cominciamo con alcune informazioni di carattere normativo, l'attività di parrucchiere e barbiere è regolata a livello nazionale dalla legge 14 febbraio 1963, n. 161, successivamente modificata legge 23 dicembre 1970, n. 1142, dalla legge 4 gennaio 1990, n. 1, integrata a livello territoriale dalle disposizioni contenute nelle leggi e nei regolamenti previsti dalle singole regioni.
Se quella che siete in procinto di avviare è un'impresa individuale, dovrete necessariamente essere in possesso della qualifica professionale di parrucchiere, mentre se si tratta di una società, i prerequisiti variano a seconda della forma societaria scelta.
- in caso di s.n.c la maggioranza dei soci dovrà essere in possesso della qualifica per l'esercizio dell'attività.
- nel caso delle società non artigiane il direttore incaricato della gestione dell'attività dovrà aver conseguito la qualifica.

Chiariti gli aspetti normativi basilari, passiamo alla procedura da seguire, sia sotto il profilo pratico che sotto quello burocratico.
Le possibili “strade da percorrere” per aprire una parrucchieria sono 3:
- rilevare un'attività esistente
- aprire un nuovo esercizio
- entrare a far parte di una rete in franchising
Quale che sia la strada che sceglierete, dovrete considerare che l'investimento iniziale sarà piuttosto consistente.
Innanzitutto dovrete individuare un locale con caratteristiche adeguate sia a livello strutturale che per quanto riguarda la posizione, un aspetto cruciale per questo tipo di attività.
Una volta che avrete provveduto alla sede, dovrete procedere con l'acquisto degli allestimenti, degli accessori e dei prodotti necessari per lo svolgimento dei lavori.
Chi rileva una negozio esistente non dovrà affrontare la questione della ricerca del locale ma con molta probabilità si troverà comunque a dover rinnovare gli allestimenti.
Dal punto di vista burocratico i passaggi previsti sono davvero pochi e nel corso degli anni la procedura è stata ulteriormente semplificata.

Tra gli adempimenti a cui dovrete provvedere ci saranno l'iscrizione alla camera di commercio e la presentazione della SCIA (Segnalazione Certificata Inizio/ Modifica Attività) allo sportello unico per le attività produttive competente per l'area di vostro interesse.
Potrete individuare con facilità il vostro sportello di riferimento utilizzando il servizio disponibile sul sito web istituzionale Impresainungiorno.gov.it, risorsa online offerta dalla pubblica amministrazione per agevolare la nascita di nuove imprese.
L'apertura dell'attività non è più subordinata al conseguimento del parere dell' ASL in merito al possesso dei requisiti igienico sanitari, il locale dovrà tuttavia possedere i requisiti richiesti dal regolamento locale d'igiene e sarete tenuti a presentare un'autocertificazione della conformità del locale che ospita il vostro negozio di parrucchiere rispetto ai requisiti urbanistici ed igienico sanitari.
Una volta conclusa la fase di avviamento....inizierà la parte più difficile gestire e soprattutto promuovere la vostra attività ed è proprio per questo che diversi parrucchieri scelgono di aprire un negozio in franchising, per poter contare sulla notorietà del marchio (e ovviamente sul supporto in fase di avvio).

I franchising e le reti di affiliati operanti nel settore della bellezza in Italia sono davvero numerosi ed ognuno propone convenzioni con caratteristiche diverse, la maggior parte richiede il pagamento di una quota di entrata e/o di royalties mensili.
Il magazine online Estetica.it, ha pubblicato nel corso degli anni, una serie di guide sintetiche in pdf con i dettagli principali alle caratteristiche dei diversi contratti di franchising o affiliazione disponibili per chi ha intenzione di aprire un negozio di parrucchiere. I costi indicati sono soggetti a variazioni nel tempo, ma i dati riportati potranno esservi comunque d'aiuto per confrontare le diverse opportunità proposte.


A questo punto non vi resta che scegliere la soluzione che fa al caso vostro, ma prima di concludere vogliamo segnalarvi che nel momento in cui deciderete di avviare la vostra attività, potrete scegliere di aderire all'  Associazione acconciatori ed estetiste per usufruire dei loro servizi di consulenza e supporto.
 

Articolo pubblicato il
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie
Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:
Cerchi lavoro? scopri le 3 regole per trovarlo scarica gratis la guida in PDF

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta