Ricerca nel sito

Collegamenti sponsorizzati
Collegamenti sponsorizzati
Collegamenti sponsorizzati

Concorso Polizia Scientifica

Il Concorso della Polizia Scientifica: dirigenti, periti ed operatori tecnici

Articolo aggiornato il 31-05-2013

Per accedere al servizio della Polizia di Stato specializzato nelle investigazioni tecniche e scientifiche, sono possibili due modalità: il concorso ordinario per agenti e funzionari, per poi  effettuare domanda al Ministero degli Interni dopo due anni, oppure il pubblico concorso della Polizia Scientifica per periti e tecnici. Ecco i requisiti e le prove di selezione previste.

collegamenti sponsorizzati
Il Concorso della Polizia Scientifica: dirigenti, periti ed operatori tecnici
La polizia scientifica è un servizio della Polizia di Stato specializzato nelle investigazioni tecniche e scientifiche nei campi della chimica, biologia e della fisica. Vi sono due modalità per accedervi, la prima è quella del concorso tradizionale, ovvero entrare in servizio effettivo come agenti e funzionari. Dopo due anni è possibile effettuare domanda al Ministero degli Interni per accedere al corso di polizia scientifica. Si tratta di un percorso formativo a numero chiuso, al termine del quale è necessario superare un esame di specializzazione.

Per i dirigenti, periti ed operatori tecnici, invece, viene periodicamente bandito il concorso della Polizia Scientifica, al quale possono partecipare anche cittadini che non fanno parte della Polizia di Stato. Generalmente le lauree attinenti sono in biologia, chimica, fisica ed ingegneria. Per parteciparvi, è necessario possedere i seguenti requisiti:
Età non inferiore ai 18 anni. Non è previsto alcun limite massimo di età
Cittadinanza italiana
Godimento dei diritti politici
Immunità da condanne a pena detentiva per delitti non colposi o da misure di sicurezza o prevenzione
Non essere stati espulsi dalle forze armate o da corpi militarmente organizzati
Non essere stati espulsi da un corso di formazione finalizzato all’immissione nel ruolo dei direttori tecnici della Polizia di Stato
Non essere stati dichiarati obiettori di coscienza

Il test preselettivo riguarda le discipline d’esame previste per l’accesso ai singoli profili professionali specificati nel bando. Gli esami consistono invece in due prove scritte e in una prova orale sulle materie previste dal bando per ciascun profilo professionale.

Per concludere, può esservi utile consultare la rubrica di Lavoro-Formazione dedicata ai concorsi in polizia. Troverete un elenco dei siti, istituzionali e non, che pubblicano regolarmente i bandi di gara. Troverete anche i riferimenti ad alcune scuole che organizzano percorsi formativi per affrontare al meglio le prove di selezione.
 

Articolo pubblicato il
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie
Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:
Cerchi lavoro? scopri le 3 regole per trovarlo scarica gratis la guida in PDF

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta