Ricerca nel sito

Collegamenti sponsorizzati
Collegamenti sponsorizzati
Collegamenti sponsorizzati

facoltà di biologia marina

Facoltà di biologia marina in Italia

Articolo aggiornato il 16-06-2014

La facoltà di biologia marina è purtroppo presente soltanto in alcuni dei numerosi atenei atenei attivi sul territorio nazionale, perciò se pensate di intraprendere un percorso accademico di questo tipo, dovrete "mettere in conto" la possibilità di dover affrontare un trasferimento. Il corso di laurea in biologia ed ecologia marina, rientra in particolare nell'offerta formativa delle università di Bologna, Pisa, Ancona, Roma e Genova.

collegamenti sponsorizzati
Facoltà di biologia marina in Italia

Cominciamo ricordando che a seguito dell'entrata in vigore del nuovo ordinamento degli studi universitari, la specializzazione in biologia marina è diventata un corso di laurea magistrale di durata biennale (classe LM-6), aperto agli studenti in possesso della laurea triennale in Scienze biologiche (classe L-13).
In mancanza dei requisiti per l'accesso previsti dal piano di studi, gli studenti interessati dovranno sostenere un colloquio di selezione per la valutazione delle competenze di partenza.
Per quanto riguarda l'università di Bologna,  la nuova Laurea Magistrale in Biologia Marina è attiva presso la facoltà di scienze fisiche matematiche e naturali della sede di Ravenna, che si distingue a livello nazionale per la sua impostazione moderna, orientata all’analisi dei processi dell’ecosistema marino più che alla sua descrizione. Il programma didattico del corso di laurea vi permetterà di affrontare aspetti della ricerca relativi alle caratteristiche biologiche ed ecologiche delle specie marine, ai cicli vitali,  all’evoluzione, all’adattamento, nonché gli aspetti applicativi relativi alla gestione delle risorse della pesca e dell’acquacoltura, all’inquinamento ed al risanamento del mare, alla perdita degli habitat ed estinzione di specie. Elementi distintivi di questa Laurea Magistrale sono lo svolgimento di un periodo di ricerca in mare, presso stazioni di Biologia Marina, e la possibilità di usufruire di programmi personalizzati di formazione all’estero, grazie alla rete di collaborazioni internazionali di ricerca già in essere. Per l'ammissione al corso di laurea è necessario aver conseguito una votazione di laurea di primo livello compresa tra 
Altro possibilità quella offerta dall' Università di Pisa: la Laurea Specialistica in Biologia Marina volta a formare laureati in possesso di una solida preparazione culturale nella biologia di base e nei diversi settori della biologia applicata, nonché esperti in attività professionali e di progetto con specifiche competenze in campo sperimentale e un' approfondita preparazione nella biologia degli organismi marini. Per essere ammessi al corso di laurea gli studenti dovranno sostenere due prove di valutazione, uno scritto ed un colloquio individuale per la valutazione del livello di competenza acquisita dai candidati relativamente agli insegnamenti propedeutici per il percorso di studi. E' prevista la possibilità di essere ammessi con riserva fermo restando "l'invito" ad acquisire i crediti formativi necessari per colmare le lacune riscotrate nel corso delle prove.
Presso l'Università degli studi di Genova, da sempre polo d'eccellenza per la formazione dei professionisti del settore. Il tradizionale corso di laurea in biologia marina è stato convertio nel corso di laurea magistrale in scienze del mare (classe LM - 75), parte dell'offerta formativa del  DIP.TE.RIS. (Dipartimento di Scienze della Terra dell'Ambiente e della Vita). Il regolamento per l'ammissione è decisamente rigido, alla prova di valutazione possono infatti accedere esclusivamente gli studenti in possesso dei requisiti curriculari richiesti, non sono previste modalità altenativ, come accade in altri atenei .
Stesso discorso per il corso di laurea in biologia marina attivo presso il dipartimento di biologia della Facoltà di Scienze all' Università Politecnica delle Marche. Accanto alla didattica curriculare, l'ateneo mette a disposizione degli iscritti anche un corso gratuito per il conseguimento del brevetto opportunità rivolta a chi desidera specializzarsi come operatore subacqueo.

 

Articolo pubblicato il
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie
Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante: