Ricerca nel sito

Richiedi informazioni Informazioni
Visita il sito Visita il sito
Chiudi
Collegamenti sponsorizzati
Collegamenti sponsorizzati

scuole di specializzazione per biologi

Formazione post laurea: le scuole di specializzazione per biologi

Articolo aggiornato il 07-03-2014

Per i laureati in biologia classificati dal nostro ordinamento come non medici, la specializzazione passa attraverso l'iscrizione a specifiche scuole post laurea. Percorsi formativi di durata quinquennale (o quadriennale in alcuni casi) ad accesso programmato e disponibili esclusivamente in un numero limitato di atenei. All'interno di questo articolo abbiamo cercato di offrirvi una piccola panoramica dei diversi percorsi di specializzazione rivolti ai biologi, attivi presso gli atenei italiani.

collegamenti sponsorizzati
Formazione post laurea: le  scuole di specializzazione per biologi
Le diverse  aree di specializzazione per biologi proposte dagli atenei italiani
La gamma di percorsi post laurea disponibili è ampia e diversificata. Iniziamo con l’Università degli Studi di Bari  dove è possibile iscriversi alla Scuola di Specializzazione in Genetica Medica. Il corso ha lo scopo di formare medici specialisti e specialisti di laboratorio nel settore professionale della genetica medica. Sono previsti due indirizzi, uno medico, riservato a laureati in Medicina e Chirurgia, e uno tecnico, aperto a laureati in Scienze Biologiche. L’indirizzo tecnico prevede, oltre a una serie di lezioni teoriche, l’acquisizione di un’esperienza pratica basata sull’esecuzione e la refertazione di un elevato numero di analisi di citogenetica, genetica molecolare e immunogenetica. La Scuola di Specializzazione in Biochimica Clinica ha, invece, lo scopo di formare medici e laureati specialisti nell’area della medicina di laboratorio, della diagnostica biochimico-clinica, della biologia molecolare clinica, fornendo competenze nell’organizzazione del laboratorio clinico e nelle sue integrazioni con la medicina clinica. La Scuola rilascia il titolo di Specialista in Medicina di laboratorio, Biochimica clinica e Biologia molecolare clinica e sono previsti due indirizzi: diagnostico (riservato ai laureati in Medicina e Chirurgia) e analitico-tecnologico (aperto ai laureati in altre discipline scientifiche, tra cui i laureati in scienze biologiche). La frequenza è obbligatoria e prevede la presenza in laboratorio e la partecipazione all’attività diagnostica per un monte ore stabilito.
Restando nel campo della Biochimica Clinica, l’Università di Camerino propone un corso quadriennale riservato a laureati del vecchio ordinamento in Scienze Biologiche, Chimica, Farmacia, Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, Biotecnologie e Medicina Veterinaria. Lo specialista in medicina di laboratorio–biochimica clinica dovrà abbinare ad una solida preparazione teorica un’elevata  qualificazione nell'area della diagnostica biochimica-clinica  delle analisi chimico tecnologiche ed avere competenze nella organizzazione del Laboratorio Analisi. A questo scopo, una parte del programma formativo sarà realizzata attraverso moduli di esercitazioni pratiche e attività di stage in laboratori pubblici e privati. La Scuola di Specializzazione Offre sbocchi occupazionali nei laboratori analisi delle strutture sanitarie pubbliche e private e la qualifica accademica di specialista in medicina di laboratorio e biochimica clinica. L’ammissione avviene previo concorso per esami e per titoli e prevede un test di accertamento delle competenze.
Per i laureati del vecchio e nuovo ordinamento, presso la Facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, sono disponibili i seguenti corsi di specializzazione quinquennale: Farmacologia Medica, Genetica Medica, Microbiologia e Virologia, Patologia Clinica, Scienza dell’Alimentazione. Ogli ciclo di studi è a numero chiuso e prevede l’ammissione per concorso. Sempre a Roma, presso l’Università di Tor Vergata sono attive le Scuole di Specializzazione in Biochimica Clinica, Genetica Medica,  Microbiologia e Virologia, Fisica Medica, Patologia Clinica, Scienza dell’Alimentazione . L’ammissione si svolge sulla base di concorsi per titoli e lo svolgimento di una prova scritta. I corsi hanno durata quadriennale o quinquennale e sono rivolti a laureati del vecchio e nuovo ordinamento.
La Scuola di Specializzazione in Genetica Applicata dell'Università degli Studi di Milano si propone, invece, di formare specialisti con una solida preparazione nel campo della Genetica di base. Tali figure andranno ad operare nel campo della medicina, dell'agricoltura, delle biotecnologie. Il ciclo di studi, di impostazione teorico-pratica, prevede due indirizzi: Citogenetica e Genetica Molecolare e Biologia Applicata. A seconda dell'indirizzo scelto, gli specialisti potranno essere impiegati in strutture ospedaliere, istituzioni di ricerca pubblici e privati, laboratori di analisi cliniche, microbiologiche, ambientali.
Presso l'Università di Padova, è possibile iscriversi alla Scuola di Specializzazione in Biochimica Clinica. La Scuola ha lo scopo di formare specialisti nell’area della medicina di laboratorio, della diagnostica biochimica-clinica e della biologia molecolare clinica, fornendo una qualificazione professionale specifica, competenze nell’organizzazione del laboratorio biochimico-clinico e conoscenze teoriche e pratiche per quanto riguarda l’integrazione con la medicina clinica. Il corso comprende un indirizzo Diagnostico, riservato ai laureati in Medicina e Chirurgia, e un indirizzo Analitico-Tecnologico, aperto ai laureati specialisti in Biologia, in Biotecnologie Mediche, Veterinarie e Farmaceutiche, in Farmacia e Farmacia industriale, in Chimica. Possono accedere a questa seconda specializzazione, inoltre,i laureati in Medicina Veterinaria e i possessori di laurea specialistica a ciclo unico in Medicina Veterinaria, laurea quadriennale del vecchio ordinamento in Scienze Biologiche, Farmacia, Chimica, Chimica e Tecnologia Farmaceutica.



Articolo pubblicato il
Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie
Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:
07/08/2013 Letizia
Ma scuole di specializzazione legate all'Università di Firenze non ci sono?
Rispondi a questo commento


24/07/2013 Gedy88
Salve sono laureata in Biotecnologie Mediche ed ho superato entrambi i concorsi di accesso alle Scuole di Specializzazione in Biochimica Clinica e Patologia Clinica...ed ora mi trovo a dover scegliere! Secondo voi qual'è la Scuola più "spendibile" dal punto di vista lavorativo? So che escono molti più concorsi per il Patologo che per il Biochimico ma forse il titolo in Biochimica non è meglio spendibile anche al di fuori della Sanità? tipo nelle aziende? Grazie
Rispondi a questo commento


04/05/2013 Cristian
vorrei saperne di più riguardo il corso di genetica applicata dell università di milano...sopratutto quali sono i requisiti d accesso. io mi sto per laureare in scienze biologiche a cagliari per esempio e non riesco a ottenere informazioni sulle possibilità di studio future che posso avere. come posso fare?
Rispondi a questo commento